UO Abilità Linguistiche
versione italiana english version
Università degli Studi di Parma
 
 
 
 
» Home

Storia del Settore Abilità Linguistiche

back
Storia del Settore Abilità Linguistiche (ex Centro Linguistico)   

 

Il Centro Linguistico di Ateneo (CLA), istituito nel 1987 ha cambiato denominazione in Settore Abilità Linguistiche (SAL). E' insediato al Campus a partire dall’anno accademico 1989/90, opera come centro di servizio per l’apprendimento delle lingue straniere moderne. Le principali attività del SAL sono di tipo istituzionale e non istituzionale. A livello istituzionale, per ogni Facoltà, vengono offerti a tutti gli studenti cicli di esercitazioni su base semestrale tenute dai rispettivi Collaboratori ed Esperti Linguistici (CEL) e, collegate, per quanto riguarda l’inglese al corso on-line This ‘n’ That. Inoltre il SAL gestisce tutte le prove di idoneità linguistica di inglese, francese, tedesco e spagnolo.

A livello non istituzionale invece il SAL organizza, fin dai primi anni e sempre più frequentemente, corsi di lingue straniere per la cittadinanza e per Enti esterni dall’EFSA (European Food Safety Authority), al Collegio Europeo, alla Provincia di Parma, alla Prefettura, al Conservatorio di Musica …

Il SAL organizza inoltre, ormai da più di 10 anni, tutti i corsi di italiano per gli studenti Erasmus e per le Università americane del Boston College, MA e Pitzer College of Claremont, CA. Relativamente ai Certificati di conoscenza della lingua italiana rilasciati dal CLA sulla base della scala del Quadro Comune di Riferimento Europeo per le Lingue, si è notato che questi godono di un notevole prestigio e che sono stati progressivamente riconosciuti all’estero sia dal mondo accademico che privato.

Per quanto riguarda la metodologia di insegnamento, i corsi del SAL adottano un approccio basato su  un impianto multisillabico che traduce il concetto dell’”apprendimento a mosaico” syllabus free. Insegnare in questo modo, significa esercitare e dare pari valore ad ogni “tessera” che formerà il mosaico della lingua per cui, ad esempio, alla competenza grammaticale non sarà assegnato un ruolo privilegiato rispetto alla competenza lessicale, ma sarà messa sullo stesso piano per cui si  insegnerà la grammatica unitamente al lessico, e alle altre abilità. Tale mosaico traspare anche nelle numerose attività di apprendimento proposte – il Progetto Tandem (incontri fra studenti in cui scambiano lezioni fra di loro “un’ora del mio italiano per un’ora della tua lingua madre”), una biblioteca di letture graduate abbinate a CD e audiocassette, una mediateca di film in lingua originale su videocassetta e DVD, il laboratorio self-access fornito di materiale multimediale per percorsi individualizzati in auto-apprendimento e/o di supporto ai corsi. Si tratta quindi di un insegnamento-apprendimento olistico  che prende in considerazione i diversi aspetti  dell’educazione linguistica in modo integrato e simultaneo e che trova riscontro sempre nel Quadro Comune di Riferimento Europeo per le Lingue.

L’approccio adottato, inoltre, è orientato all’azione in quanto vede in coloro che usano o studiano una lingua innanzi tutto degli “agenti sociali”, cioè membri di una società con compiti linguistici diversi e non da portare a termine in certe determinate circostanze, in uno specifico ambiente ed entro un particolare campo di azione. Per questo motivo, oltre all’aspetto comunicativo e dell’accuratezza formale, si sottolineano gli aspetti culturali, pragmatici e sociolinguistici inerenti una determinata situazione linguistica e si insegnano ad utilizzarli strategicamente in modo da promuovere un’interazione o una performance efficace, in una prospettiva di lifelong learning.

Il SAL partecipa attivamente a Progetti di Ricerca nazionali e internazionali. A livello nazionale, attraverso il Progetto Campus One, si è arrivati a produrre un modulo on-line con videolezioni, esercitazioni e forum in lingua inglese di cui è prossimo il riversaggio su DVD ma si sta anche procedendo alla messa a punto di una Certificazione di lingua inglese per le insegnanti della scuola elementare di concerto con l’Ufficio Scolastico Regionale. Mentre a livello internazionale, attraverso diversi Progetti Europei, si sono prodotti e commercializzati i seguenti sussidi: Italia 2000 (2000) , Cliccando L’Italia (2001),L’Italiano della Medicina (2002), L’Italiano dell’Economia (2002), .it. Internet nella classe di italiano (2003) e Nuovi Orizzonti per le lingue - Italiano (2008), vincitore del Marchio Europeo per le Lingue, assegnato dalla Commissione UE a prodotti particolarmente innovativi nel campo dell’insegnamento linguistico. Importanti anche i corsi on-line “Italiano per giuristi” e “Italiano per medici” realizzati con fondi messi a disposizione delle Facoltà del nostro Ateneo.

Il SAL è membro attivo dell’Associazione Italiana dei Centri Linguistici Universitari (AICLU). Nel 2007 ha ospitato il V Convegno Nazionale dell’AICLU in cui si sono festeggiati i primi dieci anni di attività dell’Associazione con un temario che ha messo in evidenza la presenza e la funzione dei Centri Linguistici nell’ambito universitario. Interviene regolarmente a convegni e seminari ed è membro della European Confederation of Language Centres in Higher Education (CercleS).

 

Parma, 18 gennaio 2008

        Dott.ssa Daniela Forapani

        Capo Settore Settore Abilità Linguistiche




ukas rev 90001
© 2006 - 2017 U.O.S. APPRENDIM. ABILITA’ LINGUISTICHE
All registered and unregistered trademarks referenced herein are the property of their respective owners.